Ecco l’antifurto Gps per biciclette

E’ l’idea di uno startupper iraniano emigrato in Italia. Si chiama Shyspy ed è un antifurto gps collegato a computer e smartphone

463102260_640

Il furto del proprio mezzo è una costante preoccupazione per i ciclisti. Lasciata in strada per andare in ufficio o nel garage sotto casa, la paura è che al ritorno la bici non ci sia più. Mosen Saleh ha 35 anni ed è iraniano. E’ arrivato 5 anni fa in Italia per studiare design all’Università di Milano. Tra corsi universitari e tentativi di creare una startup pensa a disegnare Shyspy, un antifurto gps che si inserisce all’interno del sellino della bici per tracciarne la posizione in caso di furto. Ha lanciato qualche settimana fa una campagna su Kickstarter e cerca 40mila euro per finanziare il suo progetto.

Shyspy può essere applicato a diversi modelli di bici (a breve sul sito sarà rilasciato un elenco di modelli compatibili). Può essere montato su qualsiasi bici. E’ invisibile dall’esterno (anche per i potenziali ladri) e non può essere rimosso. L’antifurto gps ha all’interno una scheda Sim per essere individuato su computer e smartphone. E una batteria che dura circa 30 ore, carcabile via wireless o usb. Ma se spenta quando non serve, la batteria può durare fino a 5 settimane.

L’utilizzo del gps come antifurto però è solo uno di quelli pensati per Shyspy, che può anche monitorare le attività alla guida, velocità, chilometri, come una normale app per smartphone. Tutte attività che possono essere monitorate sul cellulare (con un app scaricabile gratuitamente) oppure tramite sms. L’istallazione è piuttosto semplice, come dimostra questo video:

SHYSPY Installation from Mosen on Vimeo.

“L’Iran è un grande paese, ma è un posto lontano dal mondo” racconta Moses. “Ero indeciso se trasferirmi in Svezia o qui, a Milano, che è una capitale mondiale del design. E alla fine ho scelto Milano”. Non solo. Anche la possibilità di fare startup innovative è stata determinante nella scelta di Moses. “A Tehran non ce ne sono. Ci sono molte industrie e possibilità di fare carriera ma tutte molto classiche. L’innovazione è poco presa in considerazione. Per un innovatore le mete sono altre”.

Shyspy sta attualmente cercando di raccogliere 40 mila euro. Ne ha raccolti circa dieci, con 25 giorni di tempo per trovare finanziamenti. Anche con un solo euro. Se non sono ancora stati trovati mezzi definitivi per prevedere i furti, SHYSPY mira a rendere l’individuazione di una bicicletta rubata facile.